Piante dei piedi, dorso, superfici laterali: l’eczema della dermatite allergica da contatto appare dove l’allergene tocca la pelle.

La dermatite da contatto (DAC) con scarpe è la principale causa di eczema dei piedi. Questa manifestazione cutanea si verifica come conseguenza della risposta del sistema immunitario nei confronti di alcune sostanze estranee all’organismo.

Inizia con l’arrossamento della parte interessata (eritema) e il prurito. In seguito sulla chiazza eritematosa compaiono piccoli rilievi puntiformi, vescicole molto superficiali e che si rompono facilmente, determinando erosioni e poi croste. Se lo stimolo allergico persiste, il quadro clinico si cronicizza e la cute appare ispessita e ricoperta di squame.

Le zone cutanee interessate dalla dermatite allergica da contatto con scarpe sono le piante, le superfici laterali o il dorso dei piedi: a seconda della collocazione sono coinvolte le varie parti che costituiscono le scarpe (tomaia, suola e soletta interna).

Se il problema è nella tomaia

L’area del piede interessata più spesso è il dorso e in questo caso gli apteni responsabili sono quasi sempre quelli contenuti nella tomaia. Si riconosce facilmente in quanto le lesioni sono spesso simmetriche e bilaterali: nelle forme classiche si ha inizialmente il coinvolgimento del dorso dell’alluce, poi la diffusione al dorso delle altre dita e del piede fino al bordo superiore delle scarpe o degli stivali. A seconda del materiale impiegato per la tomaia possiamo trovare implicati molti apteni: nelle scarpe in cuoio i responsabili sono i sali di cromo, glutaraldeide e formaldeide, in alcune pantofole e scarpe da ginnastica alcune sostanze allergizzati contenute nella gomma, ma anche i coloranti o il nichel presente nelle fibbie metalliche.

Se la colpa è nella soletta

Un’altra area cutanea sovente colpita dalla dermatite allergica da contatto è la pianta dei piedi, a causa delle sostanze presenti nella soletta interna. A seconda del modello di calzatura, l’eczema potrà interessare in maniera diffusa l’intera pianta oppure limitarsi alla parte anteriore: questo si verifica soprattutto in donne che indossano scarpe con tacchi alti. Anche i maratoneti o gli appassionati del jogging sono predisposti a sviluppare questo tipo di reazioni allergiche: la frizione, la macerazione e la sudorazione dovute alla corsa creano, infatti, un microambiente particolarmente favorevole alla liberazione di allergeni dalla soletta e alla penetrazione degli stessi nella cute.

Colle e affini

Ultima, ma non per questo meno importante, zona del piede interessata da DAC è la superficie laterale. In questo caso un ruolo chiave è giocato dai collanti utilizzati per incollare la tomaia alla suola o alla soletta. Gli adesivi comunemente adoperati sono quelli a base di neoprene e il componente che causa più spesso l’allergia è la resina para terbutilfenolo-formaldeidica.

I trattamenti che aiutano

Quello che è utile fare per prevenire il problema della dermatite da contatto ai piedi è mantenere la parte sempre pulita, areata e il più possibile fresca e idratata. L'umidità, infatti, è alleata del problema e, se già presente, concorre a peggiorare la situazione, ma anche un'eccessiva secchezza cutanea non aiuto. Alcuni trattamenti cosmetici sono perfetti per garantire salute e benessere al piede. Per esempio, Eucerin 10% Urea Crema Rigenerante aiuta il trattamento della pelle secca, molto secca, ruvida e screpolata dei piedi, con calli, spaccature e segni di pressione, che possono aprire la strada ai batteri e ai microbi. È in grado di contrastare anche gravi disturbi della capacità della pelle di trattenere l'umidità, proteggendola dalla disidratazione a dagli agenti esterni. Reidrata e nutre in profondità, riducendo al minimo i disagi che possono interessare i piedi anche Xérial 30 Crema Piedi di Laboratoire Svr, adatta anche a un uso quotidiano. Lesactifs So Repairing di Arval, balsamo-crema, reidrata, ripara e rinforza la pelle ed è ideale per i piedi fortemente disidratati e soggetti a ipercheratosi, rugosità e desquamazioni.

Per contenere l'eccessiva sudorazione, nemica della salute dei piedi, Dermafresh Ipersudorazione Piedi è un'emulsione deodorante che, applicata regolarmente, limita l’eccessiva traspirazione, combattendo efficacemente i cattivi odori e soprattutto prevenendo screpolature, macerazioni della cute, affezioni micotiche e batteriche. Beauty Feet Crema Emolliente e Setificante per piedi di Glossip Makeup è assorbente, perfetta per tenere a bada la sudorazione, perché lascia la pelle incredibilmente asciutta e fresca. Lipikar Podologics di La Roche-Posay è, invece, il trattamento esfoliante che riduce lo spessore delle callosità e ripara le fissurazioni cutanee, lenendo e levigando immediatamente i piedi secchi e molto secchi. Attenzione, però, non va usato se ci sono già vescicole o irritazioni aperte. Stesso discorso vale per Timodore Polvere Deodorante: regola la traspirazione della pelle, rinfresca e dà sollievo ai bruciori e al prurit, mantenendo il piede deodorato, fresco ed asciutto per l'intera giornata.