Advertisement

Bisogna agire innanzitutto garantendo una corretta idratazione dell’epidermide e poi utilizzare vitamine e coenzimi capaci di rallentare l’invecchiamento cutaneo.

Le rughe sono il segno naturale dell’invecchiamento della cute, dovuto al fatto che le fibre elastiche e il collagene, presenti nel derma, con il passare del tempo perdono vigore, tonicità e capacità di contrastare la forza di gravità. Anche un più lento ricambio delle cellule vecchie con le nuove favorisce la presenza, negli strati cutanei superficiali, di cellule morte, che così fanno apparire la pelle come incartapecorita.

Per mantenere la pelle giovane, e quindi elastica, bisogna innanzitutto tenerla sempre ben idratata e favorire poi l’eliminazione delle tossine. In questa maniera si impedisce che la componente elastica e collagena del derma si impoverisca, evitando così sia disidratazione, sia il rallentamento del circolo sanguigno.

Pertanto, è consigliato l’uso di prodotti antirughe a base di fosfolipidi, vitamina A e fattore idratante naturale ricostituito, che garantiscono una corretta idratazione delle cellule dell’epidermide. Il dermatologo suggerisce poi anche un trattamento per via orale di sostanze come le vitamine E e C, oltre al coenzima Q10, che aiutano a rallentare l’invecchiamento. Coadiuvanti, ma non risolutivi, sono poi anche i cosmetici antirughe per uso topico, che offrono un’azione stirante o riempiente della pelle.