Advertisement

La sensibilità cutanea varia ed è maggiore nei nove mesi della dolce attesa e per questo, quando ci si espone al sole, la pelle va sempre protetta con i giusti solari, scelti in base al livello di filtro Uva e Uvb e indicati anche per l’uso in gravidanza.

Il sole non è affatto bandito in gravidanza: migliora l’umore e favorisce la produzione di vitamina D, tanto utile a mamma e bebè, ma qualche accorgimento va comunque sia preso, per non rischiare che le radiazioni siano troppo intense e dannose. Un’esposizione troppo intensa mette, infatti, la futura mamma a rischio disidratazione e sottopone il feto al rischio di surriscaldamento eccessivo. Meglio scegliere, allora, le prime ore del mattino per esporsi al sole o le tarde del pomeriggio e proteggersi sempre con un filtro solare molto alto, che blocchi gli effetti dannosi dei raggi Uva e Uvb (da applicare più volte nel corso di una giornata e sempre dopo il bagno). Ma come scegliere tra i solari in gravidanza?

La sensibilità cutanea cambia molto quando si è in dolce attesa, la pelle si fa più reattiva e irritabile e va protetta per evitare anche che compaiano le macchie scure del cloasma, tipiche del periodo gestionale, soprattutto sul viso. Cicaplast Baume B5 Spf 5 , per esempio, è un balsamo lenitivo riparatore all'acqua termale di la Roche Posay con un'elevata protezione Uv e specifico per la prevenzione della comparsa di macchie scure. Generalmente tutte le creme solari sono adatte anche alle donne in gravidanza, l’importante è che il prodotto abbia un ampio spettro protettivo elevato contro i raggi Uv (mai scendere sotto il fattore 30 spf) e che sia resistente all’acqua, in modo da garantire l’effetto barriera anche durante e dopo il bagno e anche quando si suda. Come Avène Spray Spf 50+, resistente all'acqua, che offre una protezione fotostabile ad ampio spettro. La sua formulazione senza siliconi e senza parabeni è indicata per le esigenze delle pelli più delicate e sensibili. Eucerin Sun Spray Spf 50+ garantisce una protezione Uv molto alta e una protezione daio danni cellulari causati dal sole. Si applica e si assorbe facilmente, non unge ed è resistente all'acqua.

La crema solare va poi applicata sempre una mezzoretta prima di esporsi ai raggi del sole e deve coprire ogni parte del corpo, non soltanto viso e pancia. Meglio scegliere quelle nichel free, senza troppe profumazioni e conservanti e selezionare sempre quelle indicate per le pelli più sensibili. Defence Sun Latte Solare Spray di BioNike è senza nichel  e senza profumo ed è indicato anche per le pelli più sensibili e soggette a irritazioni. Rinnovato nella formulazione e nel packaging, è ideale per il corpo e garantisce una protezione ad ampio spettro (Uva e Uvb). Dermatologicamente testata e priva di oli, Clinique Sun Spf 30 Face Cream è specifica per il viso e può essere usata anche sulle pelli più sensibili. Gli antiossidanti attivati dal sole favoriscono la protezione dai danni visibili.